MARE IN VACANZA

Le spiagge Bandiera Blu

il Parco della Sterpaia, il Golfo di Baratti, la spiaggia di Rimigliano

Torre Mozza

La spiaggia di Torre Mozza è la prima partendo da Sud del Parco della Sterpaia, una spiaggia stretta, selvaggia, in posizione incantevole, nelle giornate limpide si possono vedere anche le isole: Elba, Montecristo, Cerboli, Palmaiola e la Corsica. Deve il nome all’antica torre del 1500 che aveva la funzione di avvistare gli incursori saraceni. Ci sono due piccoli stabilimenti balneari, per il resto è tutta spiaggia libera, la più importante caratteristica oltre la qualità dell’acqua. A pochi metri dalla riva, sotto il pelo dell’acqua, una scogliera corre parallela alla costa per centinaia di metri; pare sia un tratto dell’antica via Aurelia.

Carbonifera

La seconda spiaggia della Sterpaia è la Carbonifera, prende il nome dalla torre ottocentesca che tutt’oggi presente; questa torre era il punto terminale della ferrovia con cui il carbone delle miniere dell’interno giungeva fino al mare. La spiaggia è formata da sabbia chiara e fine, alle spalle della quale si trovano le caratteristiche dune costiere ombreggiate dai pini domestici. Anche qui pochi stabilimenti balneari e tanta spiaggia libera.

Il Pino

A seguire la spiaggia del pino, con le stesse caratteristiche delle altre. Tutte le spiagge hanno dietro di se la duna e la pineta, poco più dietro i parcheggi che sono numerosi, ma tutti a pagamento.

Mortelliccio

E’ la spiaggia fra Torre del Sale e Torre Mozza. La sabbia è finissima e di colore chiaro, c’è un lungo tratto di spiaggia libera con alle spalle una pineta con panchine e tavoli in legno dove poter mangiare all’ombra. Anche qui pochi stabilimenti. Un tratto di spiaggia pubblica è dedicato a chi ha il cane.

Carlappiano

Situata anch’essa nel parco naturale della Sterpaia Carlappiano per la sua particolare posizione permette di alternare ad una giornata di mare il piacere dell’ombra dei pini.

Perelli

Anche questa spiaggia ha le stesse caratteristiche di Carlappiano, essendo più lontana delle altre dai parcheggi e spesso quella che ha lunghi tratti di arenile praticamente vuoti. Un tratto di spiaggia pubblica è dedicato a chi ha il cane.

Caratteristica di tutte le spiagge del Parco della Sterpaia sono la sabbia finissima, il lento degradare del fondale che rende queste spiagge particolarmente adatte ai bimbi anche perché il moto ondoso è particolarmente mitigato dal promontorio di Piombino e dall’Isola D’Elba.

Golfo di Baratti

Il Golfo di Baratti si trova tra il promontorio di Populonia e La spiaggia del Parco di Rimigliano, separa idealmente il Mar Tirreno dal Mar Ligure,

E’ molto importante perché fu sede di uno dei più importanti insediamenti della civiltà etrusca, Populonia, l’unica città Etrusca sul mare. Il Golfo di Baratti era un importante porto che doveva la sua ricchezza alla lavorazione del ferro che veniva facilmente estratto in loco. Ancora oggi è possibile vedere le tracce di questo minerale nella sabbia che ha un caratteristico colore scuro. Ma è l’incantevole posizione e la natura circostante che rendono il Golfo di Baratti un gioiello della natura.

Spiaggia di Rimigliano

La spiaggia prende il nome dall’onomino Parco di Rimigliano. La lunga spiaggia costeggia la via della Principessa e vi si accede dai numerosi varchi che, attraversato un tratto di pineta e macchia mediterranea, (ideale per passeggiate a piedi ed in bicicletta) conducono verso le caratteristiche dune di sabbia che si formano in questo tratto.
La spiaggia di Rimigliano è molto estesa quindi anche se molto frequentata d’estate è facile trovare posto.

Una caratteristica di questa spiaggia che la rende non ideale per i bimbi è il fatto che l’acqua sia immediatamente profonda ed è una zona con molte correnti non avendo alcuna protezione naturale. Nel Parco ci sono delle aree picnic ed un piccolo punto ristoro, ma non stabilimenti attrezzati.

Calaviolina

La spiaggia di Cala Violina è situata tra Follonica e Punta Ala, all’interno della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino a ca km 30 da Riotorto. E’ considerata una tra le più belle spiagge della Maremma, Una volta parcheggiata la macchina per accedere alla spiaggia bisogna percorrere un sentiero lungo 1,5 km nel bosco di macchia Mediterranea. La spiaggia è chiara e granulosa, composta da piccolissimi granelli di quarzo. Il nome singolare deriva dal suono che emette la sabbia quando ci si cammina sopra, che ricorda quello del violino. Le sue acque sono limpidissime e lo stupendo panorama è completato dalla fitta e suggestiva macchia mediterranea che arriva fin sulla spiaggia. Non ci sono stabilimenti balneari. La spiaggia non è molto grande, di conseguenza in alta stagione può risultare un po’ affollata. Nella pineta antistante la spiaggia, troverete dei tavoli in legno e panche per uno spuntino all’ombra dei pini.

Arrivo
Partenza
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WhatsApp Hai Bisogno di Aiuto?